Sei in vacanza? Un ottimo momento per pensare al futuro

Sei già in vacanza o stai per andarci e non vuoi pensare a nient’altro.

Beh, è normale! Se hai lavorato tutto l’anno, è importante fermarti per ricaricare le pile e riprendere energia.

Questo periodo di relax, tuttavia, potrebbe esserti molto utile anche per un’altra cosa molto importante: pensare al futuro.

Ma perché dovresti pensare al futuro proprio durante le vacanze?

La risposta è semplice: perché è il momento migliore per farlo!

Questo è un periodo d’oro per certe cose: hai ritmi più lenti, più tempo per stare con te stess@, una maggior lucidità mentale, quindi, una maggiore serenità per riflettere su quelle cose a cui non hai mai tempo di pensare, tra cui il tuo futuro.

options 73332 640 1

Potrebbe anche trattarsi di riflessioni che riguardano la tua vita personale, ma non mi avventuro in un ambito così vasto e complicato che, tra l’altro, non rientra tra le mie competenze (ma nulla impedisce che tu possa farlo).

Occupandomi di Innovazione Professionale, mi viene molto più semplice immaginare alcuni importanti elementi sui quali “potresti”, e in certi casi “dovresti”, riflettere.

Pensare al futuro professionale significa chiederti se hai piani a lungo termine, obiettivi, la necessità di innovarti dal punto di vista professionale, etc..

Per semplificare il discorso ed aiutarti nella riflessione, ho immaginato 3 ambiti.

1. Forse vuoi trovare o creare un lavoro adatto a te o vuoi reiventarti professionalmente

Ad esempio, potresti essere in una di queste situazioni:

Vuoi scoprire le tue caratteristiche personali per crearti o trovare un lavoro adatto a te

Hai perso il lavoro e ti serve un aiuto per reinventarti professionalmente

Hai acquisito molte competenze ma non sai come sfruttarle per trovare o crearti un nuovo lavoro

• Sei stanc@ del tuo lavoro o del tuo ruolo attuale e vuoi cambiare

2. Forse vuoi sviluppare il tuo Business

Ad esempio, potresti essere in una di queste situazioni:

• La tua attività è in difficoltà e stai perdendo fatturato o clienti

• Vuoi entrare in un nuovo settore o lanciare nuovi prodotti/servizi

• Devi adeguare la tua attività per stare al passo con i cambiamenti in atto

• Hai un’idea e vuoi lanciare una nuova attività, ma non hai una strategia di business

• Devi rivedere l’organizzazione del tuo lavoro

• Devi dedicare più tempo all’attività di gestione dell’attività e non pensare solo alla produzione dei tuoi prodotti o servizi

• E’ tempo di iniziare a lavorare on line

3. Forse vuoi sviluppare il tuo Personal Branding

Ad esempio, potresti essere in una di queste situazioni:

• Sei da poco sul «mercato» e devi costruire la tua reputazione professionale

• Hai troppa concorrenza e devi differenziarti dai competitor

• Vuoi farti conoscere, valutare e scegliere da potenziali clienti o datori di lavoro

• Vuoi diventare un punto di riferimento nel tuo settore

• Non puoi continuare a pensare solo alla produzione dei tuoi prodotti o servizi, ma è necessario che dedichi del tempo a far crescere il tuo Brand, all’attività di marketing, etc..

Questi sono solo alcuni esempi, ma come vedi, ogni riflessione apre uno scenario molto ampio ed ha delle implicazioni notevoli su ciò che fai e, soprattutto, sul tuo futuro professionale e personale.

Magari la tua situazione è diversa da quelle descritte, ma probabilmente ricade in uno di questi 3 ambiti.

In ogni caso, la cosa importante è che tu riesca a riflettere sulla tua situazione attuale e a capire se tutto sta andando esattamente come vuoi, se va nella direzione in cui vuoi, oppure, se ci sono delle cose che “ti piacerebbe” o che “devi necessariamente” affrontare.

Il momento delle vacanze ti offre proprio questa possibilità, quindi sfruttala, altrimenti, appena finite le vacanze, ritornerai “all’istante” nella routine che ti riassorbirà più di prima e forse dovrai aspettare un altro anno per poter pensare al futuro.

Pensa al futuro ma agisci subito

Certe cose o le fai subito o non le farai più!

Questa è una di quelle, pertanto, la cosa migliore che puoi fare è un primo passo. Se hai fatto una riflessione che ti ha portato a valutare che sono necessari dei cambiamenti nella tua vita professionale, agisci subito.

Se rimanderai il primo passo a dopo le vacanze, c’è un’alta probabilità che non lo farai più e che le tue riflessioni resteranno solo dei buoni propositi.

Fai una telefonata in cui prendi un appuntamento, manda una mail o un messaggio, fai una qualunque azione che ti generi un impegno, magari con qualcuno, in modo che al ritorno delle vacanze dovrai solo dare seguito.

Non sei ancora convint@? Pensa al passato.

Quante volte hai provato a migliorare le cose? Quante volte hai iniziato un progetto di cambiamento ma poi hai mollato? Quante volte hai fissato dei propositi che poi non si sono mai trasformati in azioni impattanti con dei risultati concreti?

Questo significa che non hai le capacità per farlo?

Ovviamente no, ma probabilmente non hai la giusta lucidità, gli impegni o i problemi ti assorbono, forse non hai tutte le conoscenze giuste o le competenze necessarie per affrontare certe situazioni o hai semplicemente paura (di sbagliare, di fallire, di essere giudicat@, etc..).

Se sei in una situazione simile, potresti rivolgerti ad un professionista che possa aiutarti a fare chiarezza dentro di te, a trovare una strada, a calibrare i tuoi obiettivi, a pianificare e a costruire una strategia su misura per le tue possibilità.

Intanto, per permetterti di lavorare in autonomia, sul mio sito, alla pagina strumenti gratuiti, troverai 3 toolkit di strumenti che puoi scaricare con una breve guida e tutte le istruzioni.

Utilizza quello che pensi possa esserti utile maggiormente.

Tuttavia, se dovessi avere difficoltà contattami pure, sarò felice di ascoltarti, di darti dei suggerimenti o di mostrarti qualche strumento che potrà servirti per il raggiungimento del tuo obiettivo.

Decidi qual è la strada che pensi essere migliore per te, ma permettimi solo un suggerimento: fai subito il primo passo. qualcuno ha detto che i falliti si dividono in 2 categorie: quelli che hanno agito senza pensare e quelli che hanno pensato senza agire!

road sign 6350369 1920

Ti è piaciuto questo articolo sul “pensare al futuro”?

Se ti va, puoi lasciare un commento con il tuo parere o con qualche spunto di riflessione ulteriore.

Se pensi possa essere utile a qualcuno dei tuoi contatti, potresti condividerlo su uno dei tuoi profili social attraverso uno dei pulsanti qui sotto.

Se trovi utili i miei articoli, puoi anche iscriverti alla mia newsletter mensile, così ti informerò ogni mese sui nuovi contenuti o su eventuali nuovi strumenti gratuiti.

In ogni caso, ti ringrazio per l’attenzione che hai dedicato a questo articolo e mi auguro che ritornerai a leggerne qualcun altro.

A presto, Massimiliano

Nota: se ami leggere, un bel testo sul tema che posso suggerirti è COSTRUIRE IL PROPRIO FUTURO, edito da Franco Angeli.

Leave a comment

Personal Discovery Canvas

DOWNLOAD GRATUITO

Invia il file a:

I confirm that I have read and agree to the Privacy Policy.