4 suggerimenti per trovare lavoro quando non hai esperienza

Se sei agli inizi e vuoi trovare lavoro (o avviare il tuo lavoro), di sicuro ti trovi di fronte al cosiddetto “Permission Paradox”:

hai difficoltà a trovare lavoro perché non hai esperienza, ma come puoi fare esperienza se non hai un lavoro?

Superare questo enigma è fondamentale per avviare il tuo lavoro o la tua carriera.

Sei sicur@ di te stess@ e delle tue capacità, ma hai bisogno di un’opportunità per dimostrarle e la cosa difficile è proprio avere quell’opportunità.

Trovare lavoro all’inizio potrebbe metterti a dura prova

E’ molto probabile che ti troverai (se non ti è già successo😞) di fronte ad “offerte di lavoro” tipo questa:

trovare lavoro

Purtroppo ci sono molti casi in cui le offerte di lavoro si rivolgono a profili da esperto ma alle condizioni di uno stagista o, e anche questo capita spesso, alcuni clienti cercano prodotti o un servizi con prestazioni elevate e di qualità ma vorrebbero pagare poco o nulla 😭😭😭.

Vorrei tralasciare queste situazioni poiché qui non c’è suggerimento che tenga 😞, quindi, i suggerimenti che ti propongo hanno lo scopo di riflettere su alcuni aspetti che potrebbero servirti per preparare una strategia efficace nella ricerca del lavoro, nei colloqui di selezione, per modellare il tuo CV o la tua pagina LinkedIn, etc..

Diciamo che, in generale, potrebbero esserti utili, salvo casi dai quali è consigliabile stare lontani.

Dunque, esaminiamo il problema in questione: devi trovare lavoro, inserirti nel mondo del lavoro, farti scegliere dai clienti, etc.. ma non hai esperienza.

In pratica devi trovare una risposta convincente a questa domanda:

Perché dovremmo assumere te, scegliere te o affidare l’incarico a te, se non hai esperienza in merito?

Devi convincere un datore di lavoro o un cliente a darti un’opportunità, a compiere un atto di fede nei tuoi confronti. Compito non facile.

Allora, cosa puoi fare in pratica?

Una ricerca del Perlmutter Institute for Global Business Leadership della Brandeis University, ha evidenziato che, molto spesso, soprattutto i giovani, hanno più risorse di quanto pensino per superare il loro deficit di esperienza e che possono intraprendere azioni dirette per compensare e sviluppare le competenze che mancano.

Di seguito, troverai alcuni elementi su cui dovresti riflettere e su cui puntare.

  1. Concentrati sulle tue soft skills

Elenca e metti in evidenza le tue abilità interpersonali, organizzative, di leadership e di comunicazione, la tua capacità di motivare le persone, di supervisionare o di parlare in pubblico. E queste sono solo alcune delle capacità o abilità che potresti possedere.

Cerca sempre di trasmettere la tua personalità e metti in luce le tue soft skills nel modo più concreto possibile. Se sei in grado di dimostrare con esempi concreti, che padroneggi una determinata soft skill, sarà ancora meglio.

  1. Metti in evidenza le tue capacità, magari acquisite nel tuo percorso di studi

Se il tuo obiettivo è entrare in un ambiente aziendale, cerca di mettere in evidenza le conoscenze uniche che ti potrebbero renderti una risorsa per l’azienda o per i tuoi futuri colleghi. 

Ad esempio, potresti avere grandi capacità di ricerca e saper sintetizzare e padroneggiare conoscenze, tendenze e informazioni specifiche del settore. Scopri quali tipi specifici di conoscenza le persone nel tuo settore cercano e costruisci la tua base di competenza attorno ad esse. Leggi qualche libro in merito, qualche rivista o qualche blog, guarda dei video su YouTube dei leader di pensiero del settore. Preparati.

Cerca tutti quegli elementi che ti rendono una risorsa unica e utile per risolvere i problemi, creerai molto rapidamente credibilità e sarai vist@ come un possibile aiuto anche dai tuoi colleghi.

  1. Identifica i tuoi punti di forza specifici e il valore che puoi produrre

Poniti alcune domande di base per identificare i tuoi punti di forza e come potrebbero aiutarti a produrre valore per le persone o le organizzazioni a cui intendi rivolgerti.

In quali aree ti senti di fare il tuo lavoro migliore? Per cosa sei stato elogiato in passato? Pensa a te stesso e a come potresti descriverlo a qualcuno.

Considera anche il tuo background personale. Ad esempio, potresti non aver mai lavorato in quel settore o in una certa posizione specifica, ma è probabile che tu possieda informazioni utili derivanti da altre esperienze.

Ad esempio, nell’ambito di una ricerca di marketing, potresti sapere quali sono i tipi di domande da porre alle persone della tua generazione, per ottenere i dati più validi e affidabili o sui mezzi di raccolta dei dati. Magari hai organizzato e diretto delle manifestazioni meeting, eventi, etc.., o hai diretto dei team in qualche associazione e così’ via..

Sono tutte esperienze da cui puoi attingere e che fasti bene a mettere in evidenza.

  1. Lavora per costruire una rete di relazioni 

È molto probabile che la tua rete di contatti sia un po’ spoglia in questo momento, per cui, a questo particolare punto dovrai dedicare un po’ di tempo.

Utilizza soprattutto i social network, LinkedIn in primis*, per costruire una rete di amici, di colleghi dell’università, di persone “in target”, ovvero coloro che lavorano negli ambienti in cui punti ad entrare (ad ogni livello) o che fanno parte del tuo segmento di clienti potenziali.  

* Nota: non hai ancora un profilo LinkedIn 😱? aprilo subito e leggi questo articolo per capire come renderlo efficace

Questi contatti potrebbero portarti delle opportunità in maniera diretta o fare da casse di risonanza per le tue idee, i tuoi post, le tue richieste etc..

Dimostra la tua motivazione, il tuo impegno e le tue competenze pertinenti e, quando possibile, trova modi in cui puoi essere loro utile.

Cerca di far nascere e sviluppare un sentimento di fiducia.

Uno strumento che puoi esserti molto utile

Uno strumento che puoi utilizzare nel tuo percorso di riflessione e di ricerca degli elementi da mettere in evidenza e soprattutto del valore che puoi offrire per “farti prendere in considerazione” e magari “farti scegliere”, è il Personal Business Model Canvas, la mappa visuale che vedi in figura.

personal business model canvas 1 scaled 1

La mappa ti servirà non solo se stai cercando lavoro, ma anche se vuoi cambiare lavoro o vuoi rinnovarti dal punto di vista professionale e puoi utilizzarla, a prescindere dalla tua situazione di partenza.

La mappa la puoi trovare all’interno del toolkit lavoro che puoi scaricare gratuitamente dalla pagina strumenti gratuiti del sito. Dentro ci troverai una breve guida ed altri strumenti utili per trovare lavoro, insieme alle relative istruzioni.

Se ti occorrono suggerimenti o un aiuto sull’uso delle mappe contattami pure.

Hai trovato interessante questo articolo sul Trovare Lavoro se non hai esperienza?

Se ti va, puoi lasciare un commento con il tuo parere o con qualche spunto di riflessione ulteriore.

Se pensi possa essere utile a qualcuno dei tuoi contatti, potresti condividerlo su uno dei tuoi profili social attraverso uno dei pulsanti qui sotto.

Se trovi utili i miei articoli, puoi anche iscriverti alla mia newsletter mensile, così ti informerò ogni mese sui nuovi contenuti o su eventuali nuovi strumenti gratuiti.

In ogni caso, ti ringrazio per l’attenzione che hai dedicato a questo articolo e mi auguro che ritornerai a leggerne qualcun altro.

A presto, Massimiliano

Leave a comment

Personal Discovery Canvas

DOWNLOAD GRATUITO

Invia il file a:

I confirm that I have read and agree to the Privacy Policy.